CheScelta
Revolut vs Yap

Revolut vs Yap

[media] (100%) 2 voto[i]

In questo articolo metteremo a confronto le carte ricaricabili Revolut e Yap. Si tratta di due prodotti simili per caratteristiche, ma che presentano tuttavia alcuni aspetti differenti. Le confronteremo quindi per quanto riguarda gli aspetti principali, i costi connessi all’emissione e all’uso e per i limiti di utilizzo.

Termineremo questo confronto con alcuni paragrafi dedicati più nello specifico alle singole carte e analizzeremo quando sia meglio Revolut o Yap. Cominciamo però dalle caratteristiche principali.

Revolut vs Yap: sintesi

 
Carta prepagata Revolut Standard
Carta prepagata Yap
Con Iban
Con Iban

Canone
Canone

Gratis

Gratis

Circuito
Circuito

Mastercard

Mastercard

Limite Ricarica
Limite Ricarica

Illimitato

1500€/mese

 

Entrambe le carte oggetto di questo confronto sono prepagate contactless, cioè utilizzabili senza la necessità di inserire la carta nel dispositivo di pagamento e sotto la soglia dei venticinque euro, anche senza l’inserimento del codice pin. Entrambe presentano un codice IBAN che consente l’invio la ricezione di bonifici.

Le carte sono uguali anche per quanto riguarda il circuito utilizzato; entrambe operano infatti su MasterCard fattore che ne permette l’utilizzo praticamente ovunque nel mondo.

Identica per queste carte ricaricabili è anche l’assenza di un canone mensile, aspetto che consente di inserire Yap e Revolut tra le carte prepagate gratuite.

La prima differenza significativa si nota invece confrontando il limite di ricarica. Revolut non pone infatti un tetto massimo alle ricariche che è possibile effettuare mensilmente. La carta concorrente invece ha stabilito una soglia massima di 1.500 euro mensili, un importo tuttavia importante ed adeguato anche ad un utilizzo della carta come strumento di pagamento principale per i più giovani o come strumento secondario per altre fasce di età.

Iniziamo invece i costi connessi all’utilizzo delle due carte. Una precisazione: per quanto riguarda Revolut, in questo confronto faremo riferimento alla versione standard gratuita. Per conoscere i piani a pagamento invitiamo a consultare la recensione completa presente su questo sito, con il confronto tra i diversi piani.

Costi

 
Carta prepagata Revolut Standard
Carta prepagata Yap
Canone annuo
Canone annuo

Gratuito

Gratuito

Costo di emissione
Costo di emissione

5 eur

9,95 eur (gratis carta virtuale)

Costi di ricarica
Costi di ricarica

Gratuito

Da 0 a 2,5 eur

Commissioni di prelievo
Commissioni di prelievo

Gratuito fino a 200€ (oltre: 2% dell’importo)

Da 1 a 4 eur

 

Nel paragrafo precedente abbiamo affermato che entrambe le carte sono prepagate gratuite in quanto non richiedono il pagamento di un canone mensile per l’utilizzo della carta.

Sia Yap sia Revolut però chiedono il pagamento di un contributo per l’emissione della carta stessa, pari a cinque euro per Revolut e a 9,95 euro per la carta concorrente, da versare una tantum. Yap consente però di evitare questo costo richiedendo la sola carta virtuale la cui emissione è gratuita.

Si tratta di uno strumento utilizzabile solo nei casi in cui non sia richiesta la presenza del supporto fisico quindi online oppure tramite POS che supportino l’uso degli smartphone in sostituzione alla carta.

Le due carte presentano una differenza anche per quanto riguarda i costi di ricarica. Revolut offre infatti la ricarica gratuita per tutte le modalità disponibili. Anche la carta concorrente prevede la possibilità di effettuare ricariche gratis, tuttavia alcune modalità prevedono il pagamento di una commissione fissa. Rimandiamo alle recensioni complete delle due carte per conoscere tutti i dettagli in merito.

Revolut e Yap applicano tariffe diverse anche per quanto riguarda le commissioni di prelievo. Revolut offre la possibilità di prelevare gratuitamente fino a 200 euro mensili; oltrepassata questa soglia viene applicata una commissione pari al due per cento dell’importo prelevato.

La concorrente invece prevede il pagamento di una commissione variabile da uno a quattro euro a seconda della la tipologia di prelievo utilizzato, con differenze ad esempio tra le richieste di contante in euro o in una valuta diversa.

Limiti di prelievo e di utilizzo

 
Carta prepagata Revolut Standard
Carta prepagata Yap
Importo massimo ricaricabile
Importo massimo ricaricabile

Illimitato

1500 eur/mese

Limite di spesa
Limite di spesa

Illimitato

Saldo della carta

Limite di prelievo
Limite di prelievo

250 eur/giorno

250 eur/giorno (carta fisica)

Limite di trasferimento
Limite di trasferimento

Illimitato

Saldo della carta

 

Come accennato in precedenza le due carte si differenziano per l’importo massimo ricaricabile. Revolut non pone infatti un tetto massimo alle ricariche che è possibile effettuare mensilmente; diversamente Yap ha individuato in 1.500 euro la soglia massima mensile possibile per le ricariche.

Apparentemente delle tue carte si differenziano anche per quanto riguarda i limiti di spesa e di trasferimento. Revolut definisce infatti come illimitati questi due aspetti mentre Yap individua come tetto massimo il saldo presente sulla carta.

In realtà si tratta di due modi diversi per definire lo stesso aspetto in quanto anche Revolut non può essere utilizzata oltre il saldo presente e quindi la soglia massima corrisponde anche per questa carta al saldo.

Le due carte sono invece identiche per quanto riguarda i limiti ai prelievi giornalieri che è possibile effettuare; per entrambe si può infatti prelevare fino a duecentocinquanta euro al giorno. In merito questo aspetto Yap specifica che la soglia di prelievo è relativa alla sola carta fisica in quanto tramite la carta virtuale non è possibile effettuare prelievi bancomat.

Dopo aver confrontato talune carte per gli aspetti più significativi dedichiamo ora alcuni paragrafi alle caratteristiche specifiche dell’una della carta.

Revolut: le funzionalità e i vantaggi

La carta ricaricabile Revolut è un prodotto che può essere preso in considerazione anche nel caso in cui si desideri avere un’alternativa rispetto al classico conto corrente. I limiti di utilizzo molto elevati i costi praticamente pari a zero permettono infatti di utilizzare la carta per la maggior parte delle funzioni più comuni.

La presenza della tecnologia contactless e l’app avanzata ma al tempo stesso semplice da utilizzare unita a sistemi di sicurezza tra i più garantiti, permettono di usufruire di questa carta sia in Italia sia all’estero, anche da parte di chi potrebbe non essere molto abituato a questo tipo di sistemi di pagamento.

Come abbiamo avuto modo di accennare, la versione utilizzata per questo confronto è quella di base che nonostante le numerose caratteristiche positive presenta alcune limitazioni a partire dalla soglia mensile di prelievi gratuiti.

Per ovviare questi limiti è possibile sottoscrivere il due piani a pagamento Revolut Premium e Metal previsti per la stessa carta che prevedono soglie più elevate oltre ad alcune funzioni e servizi aggiuntivi.

YAP: le funzionalità e i vantaggi

Yap nasce come carta prepagata dedicata ai più giovani; questo prodotto può infatti essere richiesto anche per i minorenni. Tuttavia quest’aspetto non ne impedisce l’utilizzo anche da parte di persone di altre fasce di età.

I limiti di utilizzo e la versatilità di questo strumento di pagamento infatti è adatto anche ad un utilizzo più frequente. La possibilità di richiedere anche la sola carta virtuale gratuita, consente di contenere ancora di più i costi relativi all’utilizzo della carta.

Una limitazione in questo senso è però data dall’impossibilità di richiedere pagamenti e addebiti ricorrenti nonostante la presenza di un codice IBAN.

Quando scegliere Revolut

La prepagata Revolut è una carta consigliata per chi cerca uno strumento di pagamento semplice da richiedere ed utilizzare, ma al tempo stesso che permette di effettuare la maggior parte delle operazioni normalmente richieste ad un conto corrente.

Si tratta di una carta emessa da una società estera e per questo motivo il suo utilizzo può essere vantaggioso anche per tutti coloro che potrebbero avere difficoltà nell’accesso al credito come i cattivi pagatori o i protestati.

L’assenza di limiti di ricarica e di utilizzo la rendono però adatta anche a particolari finalità di utilizzo come ad esempio per un viaggio all’estero.

Carta prepagata Revolut
Vai al Sito »

Quando scegliere Yap

Come anticipato Yap è una carta di pagamento che nasce pensando particolarmente ai più giovani: può infatti essere richiesta anche per i minori, che in questo modo possono avere a disposizione uno strumento di pagamento facile da usare anche per l’invio o la ricezione di denaro.

Tuttavia questo non ne esclude la possibilità di utilizzo anche da parte degli adulti, che possono approfittare delle alte soglie di utilizzo e della possibilità di inviare e ricevere denaro anche tramite IBAN (ad esclusione degli addebiti ricorrenti).

La possibilità di richiedere anche la sola carta virtuale ed i costi contenuti ne fanno uno strumento conveniente per chi cerca una carta di pagamento o uno strumento aggiuntivo rispetto al conto corrente.

Nonostante la presenza di alcune commissioni, è possibile azzerare i costi di utilizzo, avendo però cura di utilizzare solo le operazioni che non prevedono il pagamento di una tariffa.

Carta prepagata Yap
Vai al Sito »

In questo confronto Revolut vs Yap abbiamo descritto le caratteristiche più salienti delle due carte prepagate. Tuttavia per conoscerne tutti i dettagli, rimanere aggiornati sulle promozioni e accedere ai fogli informativi, rimandiamo alle recensioni complete che potete trovare sul sito:

💳 Prepagata N°1 – 2019

Carta Conto N26 (base)
Vai al Sito »

Clicca qui per la classifica completa!

Le migliori prepagate 2019?

Cerchi le Migliori Prepagate?
SCOPRI LA N°1 CLASSIFICA