CheScelta
n26 vs postepay evolution
Home » Carte prepagate » Carte prepagate a confronto » N26 vs Postepay Evolution

N26 vs Postepay Evolution

Vota questo articolo

N26 e Postepay Evolution sono carte ricaricabili molto simili per diversi aspetti, a partire dalla presenza della tecnologia contactless, che ne consente l’utilizzo anche senza l’inserimento del PIN. Sono entrambe dotate di IBAN e molto avanzate dal punto di vista tecnologico e della sicurezza. Abbiamo deciso di confrontarle per scoprirne similitudine e differenze.

Tratteremo anche delle caratteristiche specifiche di ognuna, e indicheremo alcuni aspetti che consentiranno di stabilire quale carta scegliere tra N26 o Postepay Evolution in base alle esigenze specifiche di ognuno.

Le ricaricabili in sintesi

 
Carta Conto N26 (base)
Carta Prepagata Postepay Evolution
Con Iban
Con Iban
Canone
Canone

Gratis

12 euro/anno

Circuito
Circuito

Mastercard

Mastercard

Limite Ricarica
Limite Ricarica

Illimitato

30000€

Limite Spesa
Limite Spesa

5000€/giorno

3500€/giorno

Limite prelievo
Limite prelievo

2500€/giorno

600€/giorno

 

Come abbiamo anticipato, sia N26 standard sia Postepay Evolution sono carte dotate di IBAN. Entrambe appartengono al circuito Mastercard, che consente di utilizzarle praticamente ovunque, sia in Italia sia all’estero.

La prima differenza significativa tra le due carte si nota però nel canone; N26 è infatti una carta gratuita, mentre Postepay Evolution richiede il pagamento di un canone mensile, a fronte del quale è possibile usufruire di alcuni servizi aggiuntivi.

N26 non presenta un limite di ricarica, mentre la versione più avanzata dei prodotti Postepay ricaricabili prevede un limite massimo annuo, tuttavia talmente elevato da essere più che adeguato per le esigenze dell’utilizzatore medio.

Tutte e due le ricaricabili possono essere utilizzate per spese ed acquisti fino ad una soglia giornaliera molto elevata. Questa cifra è tuttavia superiore per N26, ma è bene precisare come per entrambe le carte il limite giornaliero sia di gran lunga superiore ad uno stipendio medio mensile.

Una differenza significativa è invece presente per il limite dei prelievi in contanti che è possibile effettuare giornalmente. Postepy Evolution prevede un limite massimo di 600 euro al giorno, mentre N26 ha un limite molto più elevato, pari a 2500 euro. Anche nel primo caso però, l’importo massimo è superiore rispetto quanto previsto mediamente dalle carte di pagamento, sia prepagate sia di debito, cioè i bancomat.

Quanto costano N26 e Postepay Evolution

 
Carta Conto N26 (base)
Carta Prepagata Postepay Evolution
Canone annuo
Canone annuo

Gratuito

12 eur

Costo di emissione
Costo di emissione

Gratuito

5 eur

Costi di ricarica
Costi di ricarica

Gratuito

Da 1 a 3 eur

Commissioni di prelievo
Commissioni di prelievo

0 eur – 1,7% importo prelevato

Da 1 a 5 eur + 1,10% importo prelevato

 

Una differenzia sostanziale che potrebbe aiutare nella scelta di N26 o Postepay Evolution è quella relativa al costo della carta. Se N26 è una carta gratuita, Postepay Evolution richiede invece il pagamento di un canone mensile.

Ricordiamo che anche Postepay offre la possibilità di usufruire di una carta gratuita: si tratta della carta Postepay di base. Rimandiamo alla recensione completa della carta per conoscere tutti i dettagli su questo prodotto.

N26 non presenta costi di emissione, mentre la concorrente prevede il pagamento di una tariffa una tantum, cioè da riconoscere solo al primo rilascio della carta.

Anche i costi di ricarica delle due prepagate sono molto diversi: N26 offre la possibilità di usufruire della ricarica gratuita. Postepay Evolution chiede invece il pagamento di una tariffa ogni ricarica, a fronte però di maggiori canali utilizzabili per la ricarica stessa.

Le due carte non si differenziano invece in modo sostanziale per quanto riguarda i costi applicati ai prelievi, che hanno commissioni variabili per entrambe. N26 offre la possibilità di ricarica gratuita, mentre per Postepay l’importo più ridotto è pari ad un euro. Tuttavia le commissioni applicate ai prelievi sono differenziate in base ai canali scelti, con differenze anche importanti tra i prelievi in euro o in una valuta diversa.

Limiti di utilizzo e di prelievo

 
Carta Conto N26 (base)
Carta Prepagata Postepay Evolution
Importo massimo ricaricabile
Importo massimo ricaricabile

Illimitato

30000 eur/anno

Limite di spesa
Limite di spesa

5000 eur/giorno (pagamenti)

3500 eur/giorno

Limite di prelievo
Limite di prelievo

2500 eur/giorno

600 eur/giorno

Limite di trasferimento
Limite di trasferimento

50000 eur

Illimitato

 

Abbiamo analizzato caratteristiche e costi delle due carte e alcuni dei limiti di utilizzo che presentano; completiamo quest’ultimo aspetto prima di passare alle caratteristiche specifiche dei due prodotti di pagamento.

Come già detto, entrambe le ricaricabili hanno limiti massimi di ricarica talmente elevati da poter sostituire un conto corrente, anche grazie alla possibilità di inviare o ricevere pagamenti, incluso l’addebito di uno stipendio, della pensione o di altre entrate.

Un altro limite decisamente elevato riguarda l’operatività delle due carte, che consentono di trasferire somme elevate verso altre carte o conti correnti. N26 ha individuato la soglia massima del trasferimento in 50.000 euro, limite invece assente per la Postepay Evolution. In entrambi i casi si tratta comunque di cifre decisamente alte, che consentono di superare definitivamente i limiti presenti in alcune carte prepagate concorrenti.

Vantaggi e funzionalità di N26

N26 nasce con l’intento di sostituire un conto corrente, almeno per le funzioni maggiormente utilizzate, come i pagamenti con carta, gli accrediti o gli addebiti ricorrenti. È una carta semplice da richiedere, completa e sicura, che offre una serie di servizi molto interessanti con un canone del tutto gratuito.

La presenza di alcune commissioni, ad esempio sui prelievi all’estero, è del tutto in linea con quanto applicato dal altre carte prepagate, anche a fronte di operatività molto inferiori. Rappresenta quindi una possibilità da tenere in considerazione per chi cerca un ottimo rapporto tra qualità e canone, unito alla semplicità e alla velocità della richiesta e dell’emissione.

La carta N26 utilizzata per questo confronto è la versione di base dalla carta, cioè N26 Standard. Esistono però altri piani, che a fronte del pagamento di un canone, offrono una serie di servizi aggiuntivi. Per tutti i dettagli in merito rimandiamo alle recensioni delle carte N26 Metal e N26 You.

Vantaggi e le funzionalità di Postepay Evolution

Postepay Evolution nasce con l’intento di superare i limiti presenti nella versione di base della carta, a partire dalla presenza dell’IBAN, assente invece sulla prepagata standard.

A fronte del pagamento di un canone mensile, offre una serie di funzioni e servizi più che adeguati, per un prodotto in grado di essere utilizzato anche in sostituzione di un conto corrente, almeno per quanto riguarda le funzioni più comuni e maggiormente richieste dagli utilizzatori.

Quando è consigliata N26

N26 è la carta consigliata per chiunque cerchi un prodotto in grado di supportare le operazioni bancarie più comuni, senza dover sostenere i costi di un conto corrente. La carta è quindi particolarmente adatta per i giovani, ma anche per i cattivi pagatori o per i protestati, anche se si presta a soddisfare le esigenze di qualsiasi tipo di utilizzatore.

Precisiamo che questo non significa che possa sostituire un conto corrente in ogni suo aspetto, in quanto la carta è una prepagata e non un vero e proprio conto.

La carta offre inoltre la possibilità di essere utilizzata anche all’estero, grazie all’appartenenza al circuito Mastercard e la massima tranquillità nell’utilizzo online, grazie ai sistemi di sicurezza avanzati presenti su carta N26.

Carta Conto N26 (base)
Vai al Sito »

Quando è consigliata Postepay Evolution

L’upgrade di carta Postepay, è una carta adatta a molti profili di utilizzatori, grazie alle funzioni molto avanzate e ai limiti di utilizzo elevati. Può essere utilizzata anche in sostituzione di un conto corrente; tuttavia il costo mensile da sostenere è giustificato nel caso si intendano utilizzare gli ampi servizi offerti dalla carta stessa.

Le diverse possibilità di ricarica, che includono anche i contanti, sono certamente tra i punti a favore di questo prodotto, perfetto anche per chi cerca uno strumento di pagamento aggiuntivo rispetto al conto corrente o alle carte di credito o di debito.

Carta Prepagata Postepay Evolution
Vai al Sito »

Rimandiamo alle recensioni complete di N26 standard e di Postepay Evolution per scoprire tutti i dettagli sulle due carte, le promozioni aggiornate ed i fogli informativi:

💳 Prepagata N°1 – 2019

Carta Conto N26 (base)
Vai al Sito »

Clicca qui per la classifica completa!

Le migliori prepagate 2019?

Cerchi le Migliori Prepagate?
SCOPRI LA N°1 CLASSIFICA