CheScelta
revolut vs wirex

Revolut vs Wirex

[media] (100%) 2 voto[i]

In questo articolo metteremo a confronto le carte ricaricabili Revolut e Wirex, due prodotti simili tra loro per quanto riguarda alcune caratteristiche, ma che presentano tuttavia differenze anche significative.

In entrambi i casi parliamo di carte ricaricabili dotate di IBAN e della tecnologia contactless, molto avanzate dal punto di vista tecnologico e sicure nel loro utilizzo, sia per quanto riguarda le transazioni on-line sia per quelle offline.

Confronteremo tra loro le due carte per caratteristiche, costi, limiti e possibilità di utilizzo e ci concentreremo successivamente sugli aspetti specifici dell’una e dell’altra carta. Spiegheremo infine perché scegliere Revolut o Wirex.

Revolut e Wirex in sintesi

 
Carta prepagata Revolut Standard
Carta prepagata Wirex
Con Iban
Con Iban

Canone
Canone

Gratis

1,2 euro/mese

Circuito
Circuito

Mastercard

Visa

Limite Ricarica
Limite Ricarica

Illimitato

50000€/giorno

 

Come abbiamo già detto si tratta di due carte ricaricabili dotate di codice IBAN, caratteristica che permette l’invio e la ricezione di bonifici. La prima differenza che registriamo tra le due carte è il circuito di appartenenza; Revolut lavora infatti sul circuito MasterCard mentre la carta concorrente su Visa. Trattandosi comunque in entrambi casi di due dei circuiti più noti e diffusi, questa differenza non ha conseguenze sulle possibilità di utilizzo.

Più significativo invece è osservare il costo legato alle due carte; per Revolut non viene richiesto il pagamento di nessun tipo di canone, mentre la carta concorrente richiede un canone mensile pari a 1,2 euro.

Le carte sembrerebbero differenziarsi anche per quanto riguarda i limiti di ricarica, pari a 50.000 euro al giorno per Wirex e illimitati per Revolut. La soglia altissima individuata però da Wirex ci consente di affermare che entrambe le carte possono essere considerate in un certo senso illimitate e che comunque entrambe sono in grado di soddisfare le esigenze di utilizzo solitamente richieste per questa tipologia di prodotto.

I costi

 
Carta prepagata Revolut Standard
Carta prepagata Wirex
Canone annuo
Canone annuo

Gratuito

14,4 eur

Costo di emissione
Costo di emissione

5 eur

Gratuito

Costi di ricarica
Costi di ricarica

Gratuito

Gratuito

Commissioni di prelievo
Commissioni di prelievo

Gratuito fino a 200€ (oltre: 2% dell’importo)

Da 2,25 a 2,75 eur

 

L’assenza di un canone annuo permette di inserire Revolut nel gruppo delle carte prepagate gratuite, nonostante questa carta richieda il pagamento di una tariffa una tantum al momento dell’emissione. Questo costo non è invece presenti per Wirex la quale però è utilizzabile a fronte del pagamento di un canone mensile di 1,20 euro, pari cioè a 14,40 euro all’anno.

Le carte sono invece entrambe gratuite per quanto riguarda le ricariche che non richiedono il pagamento di nessun tipo di commissione, qualunque sia la modalità scelta per la ricarica stessa.

Diversa invece la politica di costi applicata alle commissioni di prelievo. Wirex chiede il pagamento di una commissione fissa, il cui importo dipende dal luogo in cui viene effettuato il prelievo di contante; la carta applica cioè due commissioni diverse, differenziando tra i prelievi in Europa e quelli nel resto del mondo.

Revolut, nella versione standard è di cui ci stiamo occupando in questo confronto, permette invece di prelevare gratuitamente fino a 200 euro mensili; oltre questa soglia applica una commissione percentuale sull’importo prelevato.

I limiti di prelievo e utilizzo

 
Carta prepagata Revolut Standard
Carta prepagata Wirex
Importo massimo ricaricabile
Importo massimo ricaricabile

Illimitato

50000 USD

Limite di spesa
Limite di spesa

Illimitato

8000 eur/operazione

Limite di prelievo
Limite di prelievo

250 eur/giorno

250 eur/giorno

Limite di trasferimento
Limite di trasferimento

Illimitato

Illimitato

 

Come abbiamo avuto modo di anticipare nell’introduzione di questo confronto, entrambe le carte presentano un importo massimo ricaricabile decisamente elevato. Se questo limite non prevede soglie massime per Revolut, esso è invece fissato per Wirex che individua in 50.000 dollari (o l’equivalente in euro) la soglia massima consentita per la ricarica.

Anche in questo secondo caso la soglia è talmente elevata da farci affermare che si tratti sostanzialmente di un’assenza di limite, per lo meno per l’utilizzo richiesto ad un prodotto ricaricabile dalla maggior parte degli utilizzatori. Questa affermazione è confermata dal fatto che il limite individuato da Wirex fa riferimento in realtà ad una soglia massima giornaliera.

A questo proposito è però necessaria una precisazione: Wirex consente di ricaricare fino a cinquanta mila dollari al giorno, tuttavia per quanto riguarda il limite al saldo presente sulla carta, questa soglia è fissata a 16.000 euro. Nell’utilizzo del prodotto questa differenza non è così importante, se si considera che i fondi possono essere trasferiti dall’account Wirex alla carta collegata gratuitamente ed in modo semplice.

Una seconda differenza tra i due prodotti è relativa al limite di spesa. Revolut infatti non ha fissato una soglia massima alle spese che è possibile effettuare tramite la sua carta, mentre la concorrente individua una spesa massima di 8.000 euro per ogni operazione.

Identico è invece il limite fissato per i prelievi di contanti che possono essere pari al massimo a 250 euro giornalieri. Stessa soglia anche per i trasferimenti che in entrambi i casi possono essere pari al saldo della carta e vengono di conseguenza definiti come senza limite.

Dopo aver confrontato le due carte relativamente ai parametri più significativi, dedichiamo un po’ di spazio all’approfondimento di alcune caratteristiche distintive dell’una e dell’altra carta ricaricabile.

Revolut: funzionalità e vantaggi

Revolut è una carta ricaricabile che può essere utilizzata anche in sostituzione di un conto corrente grazie alle sue caratteristiche ed ai limiti molto elevati per la quasi totalità delle funzioni più utilizzate.

Si tratta inoltre di una carta emessa all’estero fattore che consente la richiesta anche a chi potrebbe avere maggiori difficoltà nell’accesso ad un prodotto italiano, magari perché inserito nella categoria dei cattivi pagatori o perché protestato.

La carta è molto avanzata anche dal punto di vista tecnologico, sia per quanto riguarda i sistemi di sicurezza sia per l’app molto intuitiva nell’utilizzo.

Seppur molto versatile per le sue caratteristiche, la versione standard della carta potrebbe avere delle limitazioni che sono però facilmente superabili sottoscrivendo le carte a pagamento previste dal marchio, cioè Revolut Metal e Premium.

Wirex: funzionalità e vantaggi

Pur non trattandosi di una carta gratuita come la concorrente anche carta Wirex è un prodotto da prendere in forte considerazione per le funzionalità, a partire dalle ampie possibilità di utilizzo e dai limiti decisamente elevati, almeno per quanto riguarda l’offerta dei prodotti ricaricabili.

Anche Wirex è una carta prepagata estera che può però essere richiesta senza alcun tipo di limitazioni anche da chi risiede in Italia. Questa sua caratteristica permette di includerla tra le carte prepagate per protestati, per cattivi pagatori o più in generale per chi potrebbe avere difficoltà ad accedere ad un prodotto analogo emesso da una banca italiana.

Una delle caratteristiche distintive di Wirex è tuttavia la sua possibilità di operare anche con le cripto valute, come ad esempio i Bitcoin.

Perché scegliere Revolut

Revolut è una carta ricaricabile in grado di rispondere alle esigenze di chi cerca un prodotto semplice ma al tempo stesso completo e in grado di sostituire un conto corrente per le operazioni più ricorrenti.

Si tratta inoltre di una carta emessa da una società estera che di conseguenza consente un accesso più semplice anche alle persone che potrebbero aver avuto difficoltà con istituti bancari italiani, come ad esempio i cattivi pagatori; da questo punto di vista possiamo dire che Revolut può essere inclusa tra le carte prepagate per protestati.

Nonostante si tratti di una carta estera, essa può essere richiesta legalmente e senza alcuna difficoltà anche in Italia, con la garanzia del massimo grado di sicurezza.

Carta prepagata Revolut
Vai al Sito »

Perché scegliere Wirex

Come la concorrente, anche carta Wirex presenta funzioni che ne consentono un utilizzo anche molto frequente. Anche in questo caso si tratta di una carta estera, ma la caratteristica che maggiormente la contraddistingue rispetto ad altre carte concorrenti è la possibilità di operare anche con le criptovalute.

Questa possibilità si traduce nella massima semplicità di conversione da e verso questo tipo di valute, che possono quindi essere convertite in euro per una maggiore facilità di utilizzo.

Wirex è una carta molto versatile a partire dalla tipologia di carta stessa. Questa prepagata può essere infatti richiesta anche solo nella versione virtuale, identica per operatività alla carta fisica, ma utilizzabile esclusivamente per gli acquisti e i pagamenti che non richiedono la presenza del supporto fisico.

L’assenza di un limite di utilizzo e le altissime soglie di operatività la rendono infine una carta versatile per qualsiasi tipologia di utilizzo sia in Italia sia all’estero, anche da parte di aziende e professionisti.

Carta prepagata Wirex
Vai al Sito »

In questo confronto Wirex vs Revolut Abbiamo descritto le caratteristiche salienti delle due carte prepagate. Tuttavia per conoscerne tutti i dettagli, rimanere aggiornati sulle promozioni e accedere ai fogli informativi, rimandiamo alle recensioni complete che potete trovare sul sito:

💳 Prepagata N°1 – 2019

Carta Conto N26 (base)
Vai al Sito »

Clicca qui per la classifica completa!

Le migliori prepagate 2019?

Cerchi le Migliori Prepagate?
SCOPRI LA N°1 CLASSIFICA