Saldo E Stralcio Compass

Liliana Serio
Esperta di problemi debitori

Si può richiedere un saldo e stralcio a Compass? La risposta è sì e in questo articolo vedremo in breve quali sono le fasi più importanti di questa operazione che è stata un’àncora di salvezza per coloro che, dopo aver richiesto un prestito a una finanziaria come Unicredit, Findomestic, Agos Ducato o la stessa Compass, non sono più riusciti a far fronte al pagamento delle rate pattuite.

Ma allora che cosa succede quando non può più pagare il debito contratto? La soluzione migliore, e anche quella più diffusa, è quella di richiedere un patteggiamento, ovvero un saldo e stralcio con Compass.

Saldo E Stralcio Compass

Insolvente con Compass: che fare?

Nel caso di insolvenza, grave e perdurante, l’istituto finanziario avvisa il cliente dell’avvenuta decadenza del periodo entro il quale un soggetto può adempiere all’obbligazione contratta, ovvero del venir meno del cosiddetto beneficio del termine.

Allo stesso tempo, Compass o altro istituto sostitutivo, intima al debitore di far fronte al debito residuo, pagando la parte restante in un’unica soluzione o tutt’al più in poche rate, in tempi relativamente brevi. L’azienda chiaramente ha tutto l’interesse di chiudere la situazione nel minor tempo possibile e soprattutto nel modo più vantaggioso possibile. A tal proposito, ricordiamo che le finanziarie non sono obbligate ad accettare una proposta di stralcio.

L’insolvenza porta con sé la segnalazione del debitore alla Centrale di rischi della Banca d’Italia; segnalazione che rende manifestao, agli eventuali intermediari finanziari, il fatto che il soggetto è moroso e facente parte della lista dei “cattivi pagatori”.

La richiesta di saldo e stralcio

Preparare una proposta di saldo e stralcio non è semplicissimo, soprattutto se si tiene in conto che dall’esisto della trattativa dipende il successo o l’insuccesso della procedura. Per tal motivo, consigliamo sempre di evitare il “fai da te” e di affidarsi a personale specializzato in grado di gestire tutto l’iter, dalla formulazione alla presentazione della richiessta, e ancora dall’accettazione alla conclusione del procedimento.

A tal proposito potrebbe interessarti il nostro articolo Saldo e stralcio a chi rivolgersi.

Formulata una proposta di saldo e stralcio allettante e in grado di convincere la finanziaria a rinunciare all’intero importo, questa va chiaramente presentata. Nel caso in cui venga accettata e vengano accettati in particolar modo la modalità di rimborso e le tempistiche, Compass è chiamata a rilasciare un documento che attesti che l’azienda stessa non ha più nulla a pretendere dal soggetto.

Il rilascio di questa documentazione, inoltre, è indispensabile affinché le banche dati del Sistema di Informazioni Creditizie e della Centrale Rischi, tenuta dalla Banca d’Italia, possano essere aggiornate.


Problemi di Debiti?

Chiedi aiuto a DifesaDebitori Spa