CheScelta
Home » Carte prepagate » Tipologie di carte prepagate » Carte prepagate gratis

Carte prepagate gratis

[media] (90%) 2 voto[i]

La guida che segue è dedicata alle carte prepagate gratis, cioè le carte prepagate che non prevedono il pagamento di un canone o di commissioni.

Scopriamo insieme le migliori carte gratis, le caratteristiche, i vantaggi e quando convengono davvero.

Le migliori carte prepagate gratis

Prepagata Gratis
Caratteristiche
Voto / Vantaggi
Attivazione Gratis
Perfetta per Viaggiare
Carta Conto N26 (base)
Scarica scheda di sintesi
  • Prepagata: Con IBAN
  • Canone: Gratis
  • Circuito: Mastercard
  • Limite Ricarica: Illimitato
  • Limite Spesa: 5000€ / giorno
  • Limite Prelievo: 2500€ / giorno
Prelievi gratis anche all'estero (in euro)
PROMO LAMPO

Promo: 15€ se Inviti Amico

Richiedi in 8 minuti (gratis)

CANONE GRATIS!

Economica e Moderna
Carta Conto Hype (start)
Scarica scheda di sintesi
  • Prepagata: Con IBAN
  • Canone: 0 euro/mese
  • Circuito: Mastercard
  • Limite Ricarica: 2500€
  • Limite Spesa: 999€ / giorno
  • Limite Prelievo: 250€ / giorno
Prelievi gratis anche all'estero
PROMO LAMPO

Promo: Bonus 10€ di benvenuto

Cashback sugli acquisti

CANONE GRATIS!

Vai al Sito »
Codice Promo: GIFT10
Recensione
Anche per i minori
Carta prepagata Yap
Scarica scheda di sintesi
  • Prepagata: con IBAN
  • Canone: gratis
  • Circuito: Mastercard
  • Limite Ricarica: 1.500€/mese
  • Limite Spesa: Saldo della carta
  • Limite Prelievo: 250€/giorno (carta fisica)
Bonus per i nuovi clienti
PROMO LAMPO

Promo: Concorso a premi per chi acquista nei negozi

RICARICA ANCHE IN CONTANTI

Emissione immediata

CANONE GRATIS!

Caratteristiche delle carte prepagate gratuite

Una carta prepagata gratis è a tutti gli effetti una carta prepagata. Ciò che la differenzia principalmente rispetto alle altre carte è l’assenza di un canone e di commissioni per il servizio offerto. Oltre alle carte prepagate gratuite le banche offrono anche la possibilità di sottoscrivere carte prepagate gratis con IBAN, che si caratterizzano rispetto alle prepagate standard per le maggiori possibilità offerte dallo strumento di pagamento.

La presenza dell’IBAN nelle carte prepagate è una caratteristica che riguarda due fattori importanti: la modalità di ricarica e la possibilità di invio e di ricezione di bonifici, fattore che avvicina questo strumento ad un conto corrente. Per le caratteristiche generiche delle carte con IBAN rimandiamo alla scheda dedicata presente sul sito.

In merito alle generiche carte prepagate gratuite, oltre all’assenza di costi per la gestione o per il rilascio, un altro vantaggio è determinato dalla semplicità di emissione. Molto spesso infatti è possibile richiedere una nuova prepagata online, in pochissimo tempo.

Alcuni istituti di credito e società emittenti offrono la possibilità di caricare e sottoscrivere i documenti necessari direttamente online, anche tramite lo scatto di fotografie. In seguito alla verifica di quanto inviato, l’invio della carta di pagamento avviene in tempi molto ridotti, con l’invio diretto all’indirizzo indicato dal richiedente.

Parliamo invece ora di un fattore spesso non considerato per le carte prepagate senza canone e cioè la presenza di un limite massimo ai trasferimenti.

Le limitazioni ai trasferimenti

Con questo termine si intende l’ammontare periodico che può essere oggetto di prelievi, depositi e trasferimenti in relazione alla carta stessa. È infatti utile sapere che in molti casi le carte prepagate gratuite presentano un limite più o meno elevato alle somme che possono essere oggetto di movimento durante un periodo di tempo prestabilito.

Solitamente la soglia è annua (ad esempio, massimo 5.000 euro nel corso dell’anno), ma esistono limiti molto diversi a seconda del prodotto scelto. Una verifica effettuata di recente tra le carte prepagate gratuite ci ha permesso di trovare carte con limite annuo di 2.500 euro, così come altre prepagate con limite di 25.000 euro. Come si può capire le differenze sono notevoli, e andrebbero quindi valutate in fase di scelta della carta, a seconda delle esigenze personali.

Potrebbe però essere utile sapere che alcuni prodotti permettono l’upgrade della carta, che da prepagata ricaricabile gratis può essere convertita in carta a pagamento, con il contestuale aumento del plafond annuo o periodico. Anche in questo caso il costo del passaggio è specifico per ogni singolo prodotto.

I vantaggi di una carta di credito prepagata gratis

Il costo pari a zero delle carte rappresenta certamente il vantaggio principale di questo tipo di carta prepagata. L’assenza di un canone è ad esempio utile per chi desidera uno strumento di pagamento aggiuntivo, magari da utilizzare solo online e scollegato dal conto corrente.

Tuttavia le carte prepagate senza commissioni possono essere vantaggiose anche per chi ha altri strumenti di pagamento, ma cerca un prodotto più vantaggioso per un aspetto specifico. Un caso tipico è quello dei possessori di conti correnti che richiedono il pagamento di commissioni in caso di prelievo presso sportelli diversi rispetto a quelli della banca che emesso la carta di debito.

In questo caso l’attivazione di una carta prepagata gratuita può costituire un vantaggio nel caso non siano previsti costi di prelievo. Usiamo il condizionale in quanto, nonostante la gratuità della carta, possono esistere comunque dei costi. Scopriamo quali e a cosa fare attenzione in fase di firma del contratto di attivazione.

Costi: è sempre tutto gratuito?

Come abbiamo anticipato qualche riga fa, in alcuni casi anche le carte prepagate gratis potrebbero essere non del tutto tali. Sul mercato esistono realmente prodotti del tutto gratuiti per i quali quindi sono a costo zero:

  • Costi di emissione e di attivazione
  • Costi di ricarica
  • Prelievi

Potrebbe però accadere che alcune carte gratuite prevedano il pagamento di un canone a fronte di determinate condizioni. Uno dei casi che abbiamo riscontrato tra i prodotti presenti sul mercato è il costo di emissione della carta qualora questa non venga richiesta online. Anche in questo caso il canone richiesto è molto ridotto, ma se si desidera un prodotto davvero gratuito, sarà bene prestare attenzione anche a questo aspetto.

Una seconda possibile voce di costo è quella relativa ai prelievi. In alcuni casi la società che emette la carta richiede il pagamento di una commissione sui prelievi, anche in questo caso contenuta, ma comunque talvolta presente.

Come abbiamo più volte detto, esistono in realtà anche carte del tutto gratuite. Per questo consigliamo sempre di fare riferimento ai fogli informativi in fase di scelta della carta di credito prepagata gratis. Per conoscere altre tipologie di carte prepagate, vi invitiamo a consultare le altre schede presenti sul sito.

commenti

💳 Prepagata N°1 – 2019

Carta Conto N26 (base)
Vai al Sito »

Clicca qui per la classifica completa!

Le migliori prepagate 2019?

Cerchi le Migliori Prepagate?
SCOPRI LA N°1 CLASSIFICA