CheScelta
Hype vs Postepay Evolution
Home » Carte prepagate » Carte prepagate a confronto » Hype vs Postepay Evolution

Hype vs Postepay Evolution

Vota questo articolo

Nelle righe che seguono metteremo a confronto le due carte prepagate Hype vs Postepay Evolution. Si tratta in entrambi i casi di due carte ricaricabili, dotate di tecnologia contactless e appartenenti al circuito MasterCard.

Vedremo successivamente nel dettaglio i limiti di utilizzo, i costi e le commissioni relative a questi prodotti ricaricabili; iniziamo però dalle caratteristiche principali.

Hype vs Postepay Evolution: caratteristiche

 
Carta Conto Hype (start)
Carta Prepagata Postepay Evolution
Con Iban
Con Iban

Canone
Canone

Gratis

12 euro/anno

Circuito
Circuito

Mastercard

Mastercard

Limite Ricarica
Limite Ricarica

2500€

30000€

 

La prima caratteristica che prendiamo in considerazione accomuna le due carte: ci riferiamo alla presenza del codice IBAN. Tuttavia le similitudini, almeno per quanto riguarda le caratteristiche principali, finiscono qui in quanto questi due prodotti ricaricabili presentano numerose differenze.

La prima diversità che emerge è quella relativa al canone. Hype è infatti una carta gratuita; diverso è invece il caso di Pospepay Evolution che prevede il pagamento di un canone annuo di dodici euro.

A fronte di questo canone però offre alcuni servizi diversi rispetto a quelli della preparata concorrente, a partire dal limite di ricarica che è pari a 30.000 euro all’anno, rispetto ai 2.500 massimi previsti per Hype Start.

Costi di Hype e Postepay Evolution

 
Carta Conto Hype (start)
Carta Prepagata Postepay Evolution
Canone annuo
Canone annuo

Gratuito

12 eur

Costo di emissione
Costo di emissione

Gratuito

5 eur

Costi di ricarica
Costi di ricarica

Da 0 a 2,50 eur

Da 1 a 3 eur

Commissioni di prelievo
Commissioni di prelievo

0 eur

Da 1 a 5 eur + 1,10% importo prelevato

 

Come già anticipato nel paragrafo relativo alle caratteristiche principali, le tue carte presentano una serie di differenze anche piuttosto importanti.

Da questo punto di vista certamente significativo è il confronto tra il canone annuo delle due prepagate, assente per Hype. Tuttavia anche se presente, il canone di Postepay risulta ridotto in confronto a quello richiesto per l’utilizzo di altri strumenti di pagamento analoghi.

Un’ulteriore differenza è quella relativa ai costi di emissione; per quanto riguarda Hype la gratuità si estende anche per questa voce di costo, presente invece per la carta di Poste, che chiede il versamento di cinque euro per il rilascio della prepagata.

Se il costo di emissione è trascurabile, più importanti sono invece le commissioni che potrebbero essere applicate alle ricariche. Postepay Evolution prevede infatti il pagamento di una tariffa variabile da uno a tre euro, in funzione del canale scelto.

Anche Hype prevede il pagamento di una commissione sulla ricarica, chiesta però solo per alcune delle modalità disponibili. Diversamente dalla concorrente, la carta prevede anche la possibilità di effettuare ricariche gratuite.

Un’altra differenza in merito ai costi delle due carte di pagamento contactless è relativa alle commissioni di prelievo, che sono totalmente assenti per carta Hype.

Postepay Evolution richiede invece una commissione su ogni prelievo, variabile a seconda della tipologia dello stesso, che può variare da un minimo di un euro fino a un massimo di cinque euro in aggiunta ad una commissione percentuale calcolata sull’importo prelevato.

A fronte di questa differenza per quanto riguarda i costi relativi all’utilizzo della carta, le due carte prepagate offrono però dei limiti di utilizzo molto diversi. Vediamoli nel dettaglio.

Limiti di prelievo e utilizzo

 
Carta Conto Hype (start)
Carta Prepagata Postepay Evolution
Importo massimo ricaricabile
Importo massimo ricaricabile

2500 eur/anno

30000 eur/anno

Limite di spesa
Limite di spesa

999 eur/giorno

3500 eur/giorno

Limite di prelievo
Limite di prelievo

250 eur/giorno

600 eur/giorno

Limite di trasferimento
Limite di trasferimento

999 eur/giorno

Illimitato

 

La prima differenza sostanziale tra carta Hype e Postepay Evolution si nota nell’importo massimo ricaricabile. Postepay ha infatti fissato un tetto massimo pari a 30.000 euro all’anno; la concorrente consente invece di ricaricare al massimo 2.500 euro nello stesso periodo di tempo.

Importante è anche la differenza riguardo ai limiti di spesa che è possibile effettuare in un giorno. Hype permette di spendere fino a 999 euro, mentre questo limite si innalza a 3.500 euro per quanto riguarda la carta Evolution.

Diversi sono anche i limiti che vengono applicati ai prelievi di contante che è possibile effettuare. Hype ha individuato una soglia massima di 250 euro giornalieri, mentre per quanto riguarda la carta di Poste questo limite è pari a 600 euro.

Da questo punto di vista però è necessario sottolineare come in realtà il limite di prelievo di Postepay Evolution sia superiore rispetto alla media dei prodotti analoghi, mentre quello applicato dalla carta conto Hype è sostanzialmente in linea con quello degli altri prodotti prepagati e con altri strumenti di pagamento, come ad esempio alcune carte di debito (bancomat).

Molto diverso è anche il limite massimo ai trasferimenti che possono essere effettuati con le due carte prepagate. Per Evolution, Poste non ha individuato un tetto massimo a questo trasferimento che potrà quindi essere pari al saldo presente sulla carta. Diverso invece è il caso di Hype, che consente di effettuare trasferimenti massimi per 999 euro al giorno.

Se le differenze tra le due carte possono apparire significative almeno ad un primo confronto, è però necessario sottolineare come nel caso di Hype il prodotto che stiamo analizzando rappresenti l’offerta di base, mentre per la carta prepagata di Poste ci troviamo di fronte ad un prodotto premium cioè di fascia superiore rispetto alla carta Postepay Start.

I vantaggi e le funzionalità di Hype

In merito ad Hype, abbiamo già avuto modo di dire che si tratta di una carta prepagata gratuita e che rappresenta l’offerta di base per questo marchio. Nonostante l’assenza di un canone, la prepagata presenta molti aspetti positivi, a partire dalla semplicità della richiesta fino all’estrema facilità nell’utilizzo anche grazie ad un’app intuitiva da utilizzare.

La carta risulta di buona qualità anche per le caratteristiche più specificatamente tecnologiche. La carta è dotata di un codice IBAN, del sistema di pagamento contactless e appartenente al circuito internazionale MasterCard, fattori che ne consentono un utilizzo molto esteso sia Italia sia all’estero.

Eventuali limiti individuati in questo confronto Hype vs Postepay potrebbero essere superati optando per la versione a pagamento della carta stessa cioè Hype Plus. Rimandiamo alla recensione dedicata per conoscerne tutti i dettagli.

I vantaggi e le funzionalità di Postepay Evolution

Postepay Evolution rappresenta l’evoluzione della carta Start di Postepay. La carta consente di superare alcuni dei limiti presenti nella versione di base, a partire dalla possibilità di effettuare bonifici.

Si tratta di una carta le cui caratteristiche consentono di effettuare un uso anche frequente e di utilizzarla anche per ricevere effettuare i pagamenti ricorrenti. Almeno per quanto riguarda le operazioni di base può essere considerata in questo senso un’alternativa ad un conto corrente, fattore che ne permette la scelta anche da parte di alcuni profili di utilizzatori che potrebbe avere qualche difficoltà nell’accesso ai prodotti bancari tradizionali.

Postepay Evolution infine risulta facile da utilizzare grazie ad un’app completa ma semplice al tempo stesso.

Hype: quando sceglierla

Hype è una carta prepagata che può essere utilizzata nel caso in cui si abbia la necessità di avere una carta di pagamento non associata al proprio conto corrente o comunque se si desidera avere uno strumento aggiuntivo da utilizza per determinate esigenze, come ad esempio per un viaggio all’estero o per gli acquisti online.

La quasi totale assenza di costi rende questa carta prepagata adeguata anche per chi cerca uno strumento di pagamento aggiuntivo, senza tuttavia compromettere la qualità del prodotto che si conferma molto facile sia da utilizzare sia da gestire.

L’appartenenza circuito MasterCard, uno dei più diffusi a livello mondiale, garantisce ampie possibilità di utilizzo sia Italia sia all’estero per la maggior parte dei pagamenti.

Carta Conto Hype (start)
Vai al Sito »

Postepay Evolution: quando sceglierla

L’evoluzione della tradizionale Postepay è una carta prepagata pensata per chi vuole avere a disposizione le principali funzionalità di un conto corrente senza necessariamente possederne uno.

Il plafond annuo molto elevato e la presenza dell’IBAN ne consentono l’utilizzo anche per ricevere pagamenti ricorrenti, come uno stipendio. In questo senso Postepay Evolution può essere un’alternativa anche per coloro che non hanno la possibilità di aprire un conto corrente, come ad esempio i cosiddetti cattivi pagatori o i protestati.

Tuttavia si adatta all’utilizzo da parte di una platea molto vasta, in quanto il canone ridotto e i numerosi servizi rispondono alle esigenze di molti di coloro che intendono utilizzare una carta prepagata.

Carta Prepagata Postepay Evolution
Vai al Sito »

In questa recensione abbiamo messo a confronto le carte Hype e Postepay Evolution, analizzandone le principali caratteristiche. Per chi volesse conoscere più approfonditamente le caratteristiche, le promozioni aggiornate ed avere accesso ai fogli informativi, consigliamo di leggere anche le recensioni presenti su questo sito.

💳 Prepagata N°1 – 2019

Carta Conto N26 (base)
Vai al Sito »

Clicca qui per la classifica completa!

Le migliori prepagate 2019?

Cerchi le Migliori Prepagate?
SCOPRI LA N°1 CLASSIFICA