Chescelta
Conto bancario o postale
Home » Conti correnti » Capire i conti correnti » Conto bancario o postale: qual è meglio?

Conto bancario o postale: qual è meglio?

Quando si giunge al momento di aprire un conto corrente, spesso non si fa alcuna distinzione tra un conto corrente proposto da una banca e quello proposto dalle Poste Italiane. Ma ci sono differenze tra il conto bancario e quello postale?

In realtà, sorprenderà sapere che sono diverse le differenze tra i due istituti, e scegliere tra uno dei due non è semplice.

C’è chi si sbilancia seguendo una sorta di “tradizione familiare”, prendendo ad esempio la scelta dei parenti, e chi invece preferisce un’alternativa più innovativa optando per un conto corrente bancario online.

Tuttavia, al momento della scelta del miglior conto corrente a cui affidare la propria liquidità è importante valutare tutte le opzioni. Infatti, anche le Poste Italiane hanno ammodernato il loro prodotto, il famoso BancoPosta, rendendolo un prodotto ancora più interessante.

Quando si svolge una valutazione dei migliori conti correnti bisogna, inoltre, esaminare e confrontare diversi aspetti fondamentali, come i servizi inclusi, le funzionalità previste in ogni conto corrente e, soprattutto, i costi relativi alla tenuta del conto e alle singole operazioni.

In questo articolo, quindi, individueremo quali sono le differenze tra queste due tipologie di conto corrente e, infine, capiremo quali sono le caratteristiche che permettono di prediligere un tipo piuttosto che un altro.

Bisogna, però, specificare, che in linea di massima molto dipende dalle esigenze del correntista e dalle peculiarità che cerca in un conto corrente.

Intanto, però, cerchiamo di conoscere meglio entrambe le tipologie.

Il conto corrente postale

Oltre agli istituti bancari, in Italia anche la società di Poste Italiane S.p.A. propone servizi legati al risparmio e alla gestione del denaro.

I prodotti previsti si limitano ad un’unica alternativa: il BancoPosta. In passato, tuttavia, erano previste più alternative che oggi si sono unificate in un unico prodotto.

Il BancoPosta si suddivide, poi, in diverse tipologie in base alle esigenze del correntista. Infatti, si può scegliere tra Standard e Pensionati per il BancoPosta di Base e ben quattro formule per il BancPosta standard. Queste tipologie sono: Smart Giovani, Smart, Medium e Plus. I conti, quindi, sono dedicati a più tipologie di correntisti.

Come ogni conto corrente con il conto BancoPosta è possibile:

  • accreditare lo stipendio o la pensione
  • acquistare online e tramite POS presso i negozi fisici tramite carta di pagamento
  • domiciliare le utenze e prelevare contanti
  • emettere bonifici
  • richiedere il libretto degli assegni

Incluso nel pacchetto vi è la carta di debito, o bancomat, chiamato in questo caso PostaMat, ed è anche possibile richiedere la carta di credito per effettuare acquisti.

Anche nel caso del BancoPosta è molto semplice gestire la liquidità grazie all’app dedicata che permette di effettuare numerose operazioni in autonomia con pochi click.

Da quanto detto finora sembrerebbe che il BancoPosta equivalga in tutto e per tutto ad un tipico conto corrente bancario. Tuttavia, così non è. Adesso vedremo, infatti tutte le differenze tra il conto corrente bancario e quello postale.

Le differenze tra conto corrente bancario e postale

Ciò che rende differenti i due tipi di conto corrente è, prima di tutto, il fatto che il conto corrente bancario è messo a disposizione, appunto, dagli istituti bancari mentre i conti postali sono messi a disposizione dalla società Poste Italiane.

Questa, infatti, è la prima differenza che risiede nel nome stesso del conto e si comprende dal fatto che la società Poste Italiane non è una banca non avendo l’autonomia assicurata dal possedere un proprio patrimonio né di riserve minime fisse.

Tuttavia, le differenze non finiscono qui. Alcune di queste rendono un prodotto migliore rispetto all’altro, soprattutto in base alle esigenze del privato, e non solo. Infatti, sia il BancoPosta che numerose banche si propongono anche come strumento di gestione della liquidità utile per le aziende e i professionisti, offrendo condizioni economiche interessanti e funzionalità create per rispondere alle esigenze del business.

Un’altra differenza importante è il fatto che la società Poste Italiane non aderisce al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi.

Ciò, però, non significa che non sia un istituto sicuro. Infatti, l’affidabilità della società sta nel fatto che i buoni fruttiferi postali, sono garantiti dallo Stato e, inoltre, vi è una scarsa probabilità di fallimento di Poste Italiane.

Ma vediamo, adesso, quali sono le differenze tra i conti correnti dal punto di vista dei costi e delle funzionalità.

Differenze di costo

Un aspetto fondamentale da considerare durante la scelta tra conto bancario o postale è il fattore prezzi.

Fare una media del costo dei diversi conti correnti presenti sul mercato di oggi è molto difficile, ma bisogna considerare che ci sono prodotti molto onerosi con costi variabili anche elevati, e altri conti bancari a costo zero come nel caso della maggior parte dei conti correnti online.

Invece, nel caso del conto postale, il BancoPosta presenta costi precisi. Il conto parte da 2 euro al mese e può arrivare anche a 30 euro annui. A questo, poi, bisogna aggiungere i costi di commissione legati ai prelievi e ai bonifici. Pur essendo, quindi, un conto corrente economico, può presentare costi più elevati rispetto ad un conto corrente online a costo zero.

Vi sono, tuttavia, delle promozioni e delle agevolazioni che permettono di ridurre o azzerare il canone. Infatti, il canone è gratuito per alcune fasce di reddito e per i pensionati. Tuttavia, pur riducendo il canone, rimangono presenti i costi variabili.

Differenze di funzionalità

Tra le principali differenze troviamo la domiciliazione delle utenze. Infatti, sui conti correnti bancari è possibile domiciliare tutti i tipi di utenze mentre, nel caso del conto corrente postale, si possono domiciliare solamente quelle legate agli enti convenzionati.

Altro aspetto da tenere in considerazione è il fatto che gli assegni emessi dal conto postale non sono accettati da tutti.

Ma un’altra differenza importante è quella dell’utilizzo del conto come deposito di liquidità. Infatti, il conto corrente postale offre rendite a volte più elevate rispetto al conto bancario, e costi di gestione del conto minori rispetto ad una banca.

Un punto a sfavore delle poste è il circuito del postamat. Infatti, la carta di debito emessa da Banco Posta permette di effettuare sia prelievi che pagamenti, ma funziona su un proprio circuito, diverso dai classici bancomat.

Un aspetto importante da considerare è quello dei servizi messi a disposizione delle banche. Infatti, negli anni gli istituti bancari hanno implementato le funzionalità e i servizi messi a disposizione dei correntisti, permettendo di aggiungere funzioni e di svolgere sempre più operazioni dal conto corrente. Invece, il BancoPosta non presenta un gran numero di funzionalità aggiuntive rispetto a quelle standard.

Vantaggi e svantaggi del conto postale

Uno dei principali vantaggi di tenere i soldi in posta è quello di non rischiare il bail in, cioè di vedere sparire il denaro depositato in caso di fallimento. Questo perché, come abbiamo già visto, Poste Italiane ha la garanzia della Cassa Depositi e Prestiti.

Uno degli svantaggi economici più importanti dei conti postali sono le elevate commissioni per i prelievi presso gli ATM bancari. Questo aspetto può essere determinante soprattutto per i viaggiatori che vanno all’estero. Bisogna, tuttavia, precisare che in Italia è più semplice trovare un Postamat rispetto allo sportello bancario della propria banca. Infatti, Poste Italiane ha una capillarità delle filiali molto importante.

Conclusioni sulla scelta

Possiamo concludere dicendo che il BancoPosta è sì un prodotto economico, affidabile e comodo, ma è anche poco flessibile, soprattutto mettendolo a confronto con i conti correnti bancari.

Inoltre, per i servizi offerti, il conto postale è ideale soprattutto perché permette di avere dei fondi di investimento e delle polizze vita.

Pur essendo un prodotto molto completo ed economico, rispetto al conto postale, il conto bancario è più semplice da adattare alle esigenze del privato. Questo perché è possibile scegliere tra migliaia di conti correnti comodi e dotati di tante funzionalità, anche ad ottimi prezzi.

Durante la scelta del conto corrente da aprire, bisogna considerare se il correntista necessita di un raggio di operatività più o meno ampio. Infatti, nel primo caso è più conveniente rivolgersi agli istituti bancari per la molteplicità dei servizi offerti. Al contrario, può essere conveniente aprire un conto corrente postale per i privati che preferiscono custodire i risparmi poiché i costi, rispetto ai conti bancari tradizionali, sono ridotti.

Decretare qual è il migliore conto corrente non è possibile, proprio perché la risposta dipende principalmente dalle esigenze del correntista.

I migliori conti correnti bancari

Conto corrente
Caratteristiche
Voto - Vantaggi
Apri il conto
Prelievi ATM gratis in tutte le banche
Conto corrente WebSella
Scarica scheda di sintesi
  • Canone: 0€ per i primi 3 mesi
  • Bollo: 34,2€ se giacenza > 5000€
  • Prelievi ATM stessa banca: 0€
  • Bonifici OnLine: 0€
  • C. di debito: 0€
  • C. di credito: 0€
  • Interessi Attivi: 0%
canone gratis per 3 mesi
PROMO LAMPO

Carte di debito e credito GRATIS

Attivazione conto con procedura online

CANONE GRATIS primi 3 mesi

Vai al Sito »
Codice Promo: Non necessario
Recensione
100% mobile
Conto N26
Scarica scheda di sintesi
  • Canone: Gratis
  • Bollo: Gratis Sempre
  • Prelievi ATM: 0€
  • Bonifici: 0€
  • Carta di debito: 0€
  • Interessi attivi: 0%
Prelievi gratis anche all'estero (in euro)
PROMO LAMPO

Promo: 15€ se Inviti Amico

Richiedi in 8 minuti (gratis)

CANONE GRATIS!

Vai al Sito »
15€ se Inviti Amico
Recensione
Canone zero - Interessi 1,3%
Conto Widiba
Scarica scheda di sintesi
  • Canone: 0€ con accredito stip.
  • Bollo: 34,2€ se giacenza > 5000€
  • Prelievi ATM: 0€
  • Bonifici OnLine: 0€
  • C. di debito: 0€
  • C. di credito: dipende dalla carta
  • Interessi Attivi: 1,3 % per 6 mesi
Prelievi ATM gratuiti in tutta Europa
PROMO LAMPO

Con Widiexpress trasferisci il tuo vecchio conto in 3 step

Attivazione conto con procedura online

CANONE GRATIS – Interessi 1,3%

Polizza Viaggi Inclusa
Conto N26 You
Scarica scheda di sintesi
  • Canone: 9,90 euro/mese
  • Bollo: Gratis
  • Prelievi ATM: 0€ (anche valuta estera)
  • Bonifici: 0€
  • Carta prepagata: 0€
  • Interessi attivi: 0%
Prelievi gratis anche in valuta estera
PROMO LAMPO

Promo: 15€ se Inviti Amico

Richiedi in 8 minuti (gratis)

Assicurazione viaggi e acquisti inclusa

Vai al Sito »
15€ se Inviti Amico
Recensione
Economica e Moderna
Hype Next (ex Plus)
Scarica scheda di sintesi
  • Prepagata: Con IBAN
  • Canone: 2,90 €/mese
  • Circuito: Mastercard
  • Limite Ricarica: 50000€
  • Limite Spesa: Saldo della carta
  • Limite Prelievo: 1000€ / giorno
Prelievi gratis in euro
PROMO LAMPO

Promo: Bonus di Benvenuto

Cashback sugli acquisti

Servizi esclusivi

Ricarichi gratis

Vai al Sito »
Codice Promo: AMAZON20
Recensione

Miglior Conto 2021

✔️ Canone e bollo Gratis!
✔️ Gestione da smartphone
✔️ Carta di debito gratis
✔️ Prelievi gratis

Clicca qui per la classifica completa!