Mutuo 40 anni: è davvero possibile?

Miriam Perani
Esperta in finanza e utilities

Il mutuo dalla durata di quarant’anni è il periodo massimo consentito per estinguere un mutuo. Tuttavia non tutti gli istituti bancari decidono di fornire un mutuo da quarant’anni ai propri clienti, in quanto molti lo ritengono più rischioso, ovvero con maggiore rischio di insolvenza (che sia per la possibilità di perdere il lavoro o per il rischio di decesso anticipato).

Ecco tutto quello che dovresti sapere su un mutuo da quarant’anni.

Mutuo 40 anni

Fino a che età è possibile iniziare un mutuo da 40 anni?

In termini generali esiste un’età massima che si deve avere al termine del pagamento totale del mutuo, che è di 75 anni. In alcuni casi, a seconda delle politiche adottate dalle singole banche, questo limite può essere innalzato anche ad 80.

Dunque l’età massima per accedere ad un mutuo di questa durata, è di 35/40 anni e non può essere superiore, altrimenti si sforerebbe il limite di età massimo.

A questo punto ti starai chiedendo quali siano le banche che realmente offorno questa possibilità visto che, molto probabilmente, fino ad ora il massimo periodo che ti è stato prprosto è stato quello di un mutuo da trent’anni.

Le banche che offrono mutui da 40 anni: esistono davvero?

Abbiamo effettuato un’attenta verifica delle istituzioni bancarie che si propongono di offrire come mutuo massimo anche quello da quarant’anni. Se sei interessato a questa durata, abbiamo una bella notizia: non sono così rare le banche che concedono mutui per questa durata.

Questo significa che probabilmente non sarà sufficiente fermarsi al primo istituto, quanto piuttosto confrontare tra loro le diverse offerte.

Ma un mutuo di questa durata è sempre consigliato?

Convenienza e sostenibilità del mutuo di 40 anni

É arrivato il momento di capire la sostenibilità di un mutuo dalla durata di quarant’anni; abbiamo deciso di mostrartela attraverso un semplice esempio pratico.

Supponiamo che tu voglia richiedere un mutuo di quarant’anni per un importo di 120.000 euro, con tasso fisso al 3,30%. La rata si aggirerebbe intorno ai 450 euro.

Significativo è però anche osservare il calcolo degli interessi per un mutuo di questa durata; utilizzando i dati dell’esempio, al termine dei quarant’anni dovrai riconoscere circa 96.000 euro di interessi. Potrebbe sembrarti una cifra elevata, ma ti risulterà più in linea con altre durate di mutui (come negli esempi trattati in un questa guida) se la suddividi appunto per 40 anni.

Ricapitoliamo l’esempio. Avremo quindi:

  • Importo: 120.000 euro
  • Tasso fisso 3,30%
  • Rata da pagare 450 euro circa

Si tratta di una cifra oggettivamente sostenibile anche per un singolo stipendio medio, salvo ulteriori indebitamenti. Tuttavia la convenienza deve essere valutata per ogni caso specifico e non è quindi possibile affermare con certezza se un mutuo da 40 anni convenga o meno per te.