CheScelta
conto corrente Penta
Home » Conti correnti » Recensioni conti correnti » Conto corrente Penta

Conto corrente Penta

È una delle novità nel panorama bancario e non solo perché in Italia è arrivata recentemente, ma anche perché si propone di accelare sia i tempi burocratici che quelli di apertura di un conto, oltre a offrire tutta una serie di servizi annessi che di solito altre banche non offrono.

Parliamo di Penta, la digital banking per startup e PMI, nata a Berlino nel 2017 e che in Italia è stata lanciata con evento dedicato (nel luglio 2019) durante cui vari imprenditori sono stati invitati a dire la loro sul servizio ma anche a raccontare le sfide che vivono ogni giorno. Questo dimostra già una caratteristica di Penta: quella di essere una banca aperta all’innovazione così come nel considerare i riscontri che vengono dai clienti, oltre a operare su una piattaforma che tende a inglobare anziché escludere.

Penta si propone infatti non di essere un altro dei conti all inclusive presenti nel mondo bancario, ma un vero e proprio business partner a fianco di chi fa impresa. Perché, lo ricordiamo, in questo momento, quello che offre la banca tedesca è essenzialmente un conto aziendale, dedicato a PMI e startup. I conti correnti sono forniti in cooperazione con SolarisBank, banca tedesca con licenza bancaria europea.

Vediamo in dettaglio i costi di Penta, se è conveniente, per chi lo è e come può aiutare il tuo business.

Il conto Penta in sintesi

Conto corrente
Caratteristiche
Voto / Vantaggi
Attivazione Gratis
Apertura in meno di 48 ore
Conto corrente Penta
Scarica scheda di sintesi
  • Canone: 0 € Basic, 19 € Premium
  • Costo apertura conto: 0 €
  • Trasferimenti in uscita al mese: minimo 50 massimo 300
  • C. di debito: Mastercard Business, inclusa nel conto
  • Interessi Attivi: 0%

Per PMI e startup

Attivazione conto con procedura online

CARTE AZIENDALI PER I DIPENDENTI

Caratteristiche generali

  • Istituto bancario: Penta banking
  • Tipo di conto: conto corrente online
  • Operatività: online
  • Canone: 0 euro per il conto Basic, 19 euro il Premium, gratis per il primo anno per i clienti Credimi
  • Tasso creditore: 0%
  • Carta di debito: Mastercard inclusa nel conto
  • Note: Conto gratis con operatività online, spese variabili basse

Come dicevamo, il conto corrente Penta è il risultato di una partnership italo-tedesca che si propone di innovare il modo di fruire la banca da parte delle PMI e delle startup. A partire dal fatto che aprire un conto è un’operazione molto celere: meno di 48 ore, cosa che per un’azienda può fare la differenza. Ma non solo: essendo un conto aziendale, è molto positivo il fatto che l’apertura del conto, così come è stata pensata, consente di ridurre al minimo gli adempimenti burocratici che possono far perdere del tempo prezioso.

Come si legge sul sito di Penta, la banca offre un conto corrente IBAN e tutti i servizi di cui si ha bisogno (bonifici bancari, pagamenti via carta) tramite una carta aziendale Mastercard. Dà, inoltre, la possibilità a chi lo sceglie di usarlo sia come conto principale che conto secondario per le transazioni di ogni giorno.

Penta è un conto disponibile per tutte le seguenti aziende: S.S., S.n.c., S.r.l., S.r.l.s.

Esistono 3 diverse versioni del conto:

  • per startup
  • per PMI
  • turismo

Conto Penta per le startup

Si tratta delle versione che si rivolge agli imprenditori digital e che consente di avere carte aziendali sia per i founder che per i cofounder che per tutto il team visto come, di solito, sono composte le startup.  Questo vale anche per i collaboratori. Per chi dovesse temere di perdere il controllo delle spese, non c’è problema: tramite una dashboard molto intuitiva si può verificare cosa sta succedendo e avere in tempo reale le notifiche di tutte le spese dell’azienda. Inoltre, Penta per questa tipologia di conto propone dei benefit esclusivi come 5mila euro su Amazon Web Services e la possibilità di usare Stripe senza commissioni (software che permette a privati e aziende di inviare e ricevere pagamenti via Internet) per i primi 20mila euro di fatturato.

Altra cosa che caratterizza questa versione, così come le altre tipologie di conto corrente, è il fatto che la contabilità viene gestita in modalità paperless: per ogni transazione basta allegare una foto dello scontrino e impostare l’accesso dedicato al team o al commercialista.

Conto Penta per le PMI

Come si può intuire, questa è la versione del conto dedicata alle piccole medie imprese che non si discosta molto da quella prevista per le startup. Anche in questo caso si ha un conto corrente aziendale e le carte aziendali per il proprio team con spese controllabili tramite la piattaforma e notifiche in real time. Inoltre, è prevista la possibilità di aggiungere altri utenti (metti il caso che vengano assunte altre persone in ruoli fortemente strategici o aumentino i dipendenti che vanno in trasferta) e altre carte aziendali. Il tutto in pochi click ed è valido appunto sia per manager che per impiegati. Inoltre, è possibile impostare limiti personalizzati di spesa per ogni collaboratore.

Anche in questo caso, è possibile usufruire della nota spese paperless e prevedere un accesso dedicato per il proprio commercialista o per il team che si occupa di finance. Come dicevamo, Penta cerca di offrire dei servizi in più rispetto alle altre banche.

Altrettanto interessante, nella versione del conto per le PMI, è la possibilità di avere un finanziamento digitale a 5 anni grazie a Credimi, un intermediario finanziario autorizzato e vigilato da Banca d Italia in base all’articolo 106 del Testo Unico Bancario. Intemerdiario dunque sottoposto ai requisiti di capitale, di compliance e antiriciclaggio e di controllo dei rischi previsti per gli Intermediari Finanziari. Grazie a questo, è possibile ottenere un finanziamento fino a 2 milioni direttamente dalla piattaforma di Penta.

Conto Turismo

Infine, l’ultima versione del conto che prendiamo in analisi è quella che Penta chiama Turismo. Si tratta di un conto corrente online pensato per chi deve gestire la contabilità di bed and breakfast e/o case vacanza. Questo grazie al fatto che si tratta di un conto facile da gestire e, come per gli altri, completamente digitale.

Anche con la versione Turismo è possibile monitorare pagamenti in entrate e uscite direttamente da desktop e da mobile così come controllare il proprio credito tramite la dashboard e le notifiche real time. Per chi ha un’attività legata al turismo, questa è sicuramente una funzione importante perché consente di gestire al meglio le prenotazioni con accredito immediato, avere idea di come sta andando l’attività e tanto altro. E ancora, va da sé che la modalità paperless agevola chi gestisce un’attività di questo tipo.

Penta, inoltre, offre 2 piani: il Basic e il Premium, di cui ti parliamo in dettaglio sotto nella parte dedicata ai costi. Qui ti accenniamo che, come si legge sul sito, i piani sono in versione Beta. Cosa significa? Che in questa fase di lancio, il conto non è aperto a tutti, ma a chi ne fa richiesta e, una volta fatte le verifiche opportune, può proseguire. La Banca sostanzialmente verifica che a richiedere il conto sia una persona giuridica (ossia un’impresa) e altre caratteristiche.


Cerchi i migliori conti aziendali 2020? Scopri Qonto

Conto Corrente Qonto
Provalo Gratis »

Costi

Per quanto riguarda i costi, i piani offerti da Penta sono abbastanza contenuti. Aprire il conto è a costo zero così come lo sono le spese di tenuta conto. Il canone invece varia a seconda del piano che si è scelto. Vediamo adesso i costi fissi e variabili in generale per entrare nel merito dei 2 piani tariffari.

Costi fissi

  • Spese di apertura del conto: 0 €
  • Canone mensile: 0 € per il piano Basic, 19 € per il piano Premium

I costi fissi riguardano la gestione del canone che come abbiamo detto è differente per i 2 conti. Quanto al Premium è possibile fare una prova gratuita per un mese e disdire senza impegno o tutt’al più cambiare piano.

Costi variabili

  • Bonifici internazionali: commissione 1% 
  • Canone annuo carta di debito: 0 €
  • Transazioni nazionali/estero con carta di Clienti privati nei bancomat al giorno: fino a 1000 €
    Transazioni nazionali/estero con carta di Clienti privati nei bancomat al mese: fino a 2.000 €
  • Transazioni per il pagamento di beni e servizi con PIN al giorno: fino a 2.000 €
  • Transazioni per il pagamento di beni e servizi con PIN al mese: fino a 3.000 €
  • Utente Penta extra: 2€ al mese
  • Carta business extra per nota spese semplificata: 3 € al mese
  • Sostituzione della carta business: 10 €
  • Tassa di sollecito per promemoria: 5 €
  • Commissione per gestione rimborsi ingiustificati: 100 €
  • Rilascio della certificazione fiscale: 0 €
  • Rilascio della dichiarazione di perdita (su richiesta del cliente): 0 €

Piani tariffari: Basic e Premium

Come dicevamo, il conto ha 2 differenti piani tariffari che variano in base alle esigenze del diverso business.

Il conto Basic è gratuito e prevede: fino a 50 trasferimenti di denaro ogni mese, la gestione di un’utenza, una carta Mastercard business e la commissione esclusiva fissa dell’1% sui bonifici internazionali. Penta dà la possibilità di provarlo gratis per un mese.

Il conto Premium che, nel momento in cui scriviamo è in promozione, prevede l‘attivazione gratuita coome l’altro e un mese di prova gratis, finito il quale si può decidere se proseguire o disdire il contratto e questo senza né costi né vincoli. Per chi decide di proseguire, il canone è di 19 € al mese, e prevede tra le varie cose: la possibilità di creare e gestire fino a 5 utenze, comprese 5 carte di pagamento Mastercard business. Inoltre sono previsti fino a 300 trasferimenti di fondi mensili, supporto esclusivo Premium, fino a 5 prelievi ATM gratis,carte di pagamento per i collaboratori, con customizzazione plafond. E ancora: l’accesso dedicato per il commercialista e la contabilità integrata.

Entrambi i piani offrono l’app gratuita sia per iOS che per Android, la possibilità di impostare bonifici ricorrenti, l’invio di notifiche (ome abbiamo detto) oltre a – molto interessante – la possibilità di effettuare dei pagamenti multipli oltre a poter esportare le transazioni in formato .csv.

In questa tabella puoi vedere le differenze:

 
Conto Penta Basic
Conto Penta Premium
Canone
Canone

0 € al mese

19 € al mese

Carta di debito Mastercard Business
Carta di debito Mastercard Business

1 inclusa nel conto

5 inclusi nel conto

Utenti Penta
Utenti Penta

1

5

Supporto Premium
Supporto Premium
Pagamenti internazionali
Pagamenti internazionali

-1%

-0,5%

Contabilità integrata
Contabilità integrata
Pagamenti multipli
Pagamenti multipli
Bonifici ricorrenti
Bonifici ricorrenti
Prelievi bancomat gratuiti
Prelievi bancomat gratuiti

5 al mese

5 al mese

Carte per i dipententi
Carte per i dipententi
Accesso speciale per i cofounders
Accesso speciale per i cofounders
Accesso commercialista
Accesso commercialista
Gestione dei ruoli e degli utenti
Gestione dei ruoli e degli utenti
 

La carta di pagamento

Il conto Penta, come abbiamo accennato, prevede una carta Mastercard business in dotazione che, come si legge, sul sito è “accettata ovunque allo stesso modo di una carta di credito. L’unica differenza è che l’importo di acquisto non può essere maggiore del saldo disponibile”.

Carta di debito (bancomat)

  • Circuito: Mastercard
  • Canone: 0 €
  • Pagamenti online limite mensile:25.000 €
  • Pagamenti online limite giornaliero: 10.000 €
  • Pagamenti offline limite mensile: 25.000€
  • Pagamenti offline limite giornaliero: 10.000 €
  • Prelievo di contanti al mese: fino a 10.000 €
  • Prelievo di contanti al giorno: 3.ooo €

All’apertura del conto, si riceve gratuitamente una carta di debito Mastercard all’indirizzo che si è indicato in quel momento. Il pacchetto Premium prevede più carte di debito come abbiamo visto mentre per il Basic è una sola. Essendo una carta di debito , ciò wignifica che tutte le transazioni avvengono in tempo reale e vengono  addebitate direttamente sul tuo conto bancario.conto corrente Penta

La carta di debito Mastercard offerta da Penta è dotata di NFC, tecnologia che permette di effettuare pagamenti senza contatto. Prima di poter effettuare il primo pagamento senza contatto, è necessario completare con successo un pagamento con il PIN ad un terminale POS o effettuare un prelievo presso un bancomat. Come sappiamo, in Italia, il limite per pagare senza PIN è 25 euro, superato il quale è necessario inserirlo.

Nel pacchetto offerto da Penta c’è anche il fatto che la banca offre i migliori e più rapidi strumenti per i tuoi pagamenti nazionali e internazionali, sicuri e veloci, in 35 valute differenti.

Emittente della carta di debito è SolarisBank che ha una Mastercard Principal Membership.

Penta e la partnership con Sumup per il POS

Dal dicembre 2019, Penta offre ai proprio clienti un POS e questo grazie alla partnership tra la banca tedesca e SumUp. Abbinato al conto corrente, permette di accettare ogni di carta di debito, di credito e contactless, senza nessun costo di attivazione, chiusura o altri costi nascosti.

Molto importante visto che in Italia si è ritornato a parlare di POS obbligatorio per tutti. I pagamenti effettuati tramite il POS veranno accreditati al tuo conto business Penta, indipendentemente dalla carta utilizzata e ciò permette di avere il controllo dei tuoi flussi di cassa e di ridurre qualsiasi attesa nella ricezione dei tuoi pagamenti. Il POS sarà offerto a 9 euro e gli ulteriori costi previsti sono le fee di SumUp: 0,9% delle transazioni in caso di carte di debito e l’1,9% per tutti gli altri tipi di carte (AmEx, Visa, MasterCard, Diners e tutti gli altri principali fornitori di carte).

Per chi è adatto?

Il conto Penta, come dicevamo, è ideale per le aziende, in particolare per le startup e le piccole medie imprese, ma anche per chi ha un’attività come un B&B o una casa vacanze. Trattandosi di un conto essenzialmente digital, è adatto a chi ha una buona dimestichezza con l’online e non cerca il contatto fisico per gestire la propria contabilità. A ogni modo, Penta offre per i suoi clienti un account manager dedicato, un consulente che aiuta di volta in volta a trovare la soluzione più adatta.

Come aprire il conto?

Per aprire il conto con Penta, bisogna cliccare sul pulsante Apri il conto che si trova in home page o nelle altre pagine del sito. Prima dell’avvio della procedura di apertura del conto online Penta consiglia di avere sottomano sotto mano:

  • documentazione societaria: atto costitutivo, statuto, verbali di nomina degli amministratori con attribuzione specifici poteri, certificato di attribuzione del codice fiscale /partita IVA, visura camerale;
  • documentazione personale: che riguarda cioè chiunque amministra e chi ha poteri di firma e di queste persone sono richiesti documento di identità in corso di validità (carta di identità, passaporto, patente), codice fiscale o tessera sanitaria regionale.

Una volta entrato, ecco gli step da seguire:

  1. inserire indirizzo e-mail
  2. dire dove si trova la tua società e la ragione sociale
  3. accettare le condizioni (ovviamente prima leggere i termini e le condizioni)
  4. creare un account personale
  5. fornire informazioni sull’attività
  6. fornire informazioni personali
  7. effettuare la verifica dell’attività
  8. effettuare la verifica delle informazioni personali

Ricorda: ad aprire il conto può essere solo il titolare effettivo dell’azienda. Ossia colui che che, direttamente o indirettamente, detiene una partecipazione superiore al 25% del capitale.

Per completare la propria registrazione è necessaria l’identificazione video effettuabile tramite video chat. Bisogna eseguire le istruzioni che vengono date ed è possibile fare tutto anche la sera perché il servizio è disponibile dalle 8 alle 24. Penta assicura che tutto il processo richiederà una manciata di minuti.

La gestione del conto

L’app

Penta, lo ricordiamo, offre ai propri clienti, un’app per gestire il conto adatta sia per chi ha device con il sistema operativo iOS che Android.

La roadmap di prodotti visibile a tutti e Slack

L’essere un conto evoluto e aperto lo si vede anche dal fatto che Penta condivide con i suoi clienti su Trello la roadmap dei prodotti che sta man mano rilasciando per far sapere le varie funzionalità previste.

Inoltre, Penta usa Slack per comunicare con i propri clienti, c’è infatti l’accesso alla Penta community e la possibilità di parlare in chat con diverse persone di riferimento.

Domande frequenti

Il conto Penta è sicuro?

Il conto Penta, anche se arrivato da poco in Italia, come abbiamo visto ha dietro solarisBank che ha raccolto diversi finanziamenti ed è sotto la supervisione del BaFin, autorità di regolamentazione finanziaria per la Germania.

Entro quando viene aperto il conto?

Come assicurano da Penta, il conto sarà aperto entro 48 ore.

Come chiudere il conto?

Per chiudere il conto, basta contattare il servizio clienti in qualsiasi momento.

Come versare denaro sul conto?

Al momento puoi depositare denaro sul tuo account Penta solo tramite bonifico bancario. Per effettuare il trasferimento, basta inviare un bonifico bancario sul proprio conto utilizzando IBAN e BIC.


Cerchi i migliori conti aziendali 2020? Scopri Qonto

Conto Corrente Qonto
Provalo Gratis »

La nostra opinione

Penta è sicuramente un conto corrente molto innovativo anzi una digital banking a tutti gli effetti. Che sia una banca nuova si vede da tantissimi aspetti e dal fatto che il digitale viene usato per migliorare il rapporto con i clienti. E non parliamo solo della piattaforma o dell’app, ma di Trello, Slack e tanto altro.

Si tratta dunque di un conto che è adatto per tutte le PMI e startup che hanno carattere fortemente digitale e che cercano un conto che sia non solo veloce e immediato, ma che aiuti il business da tutti i punti di vista. Per l’inserimento di nuove caratteristiche, servizio clienti che risponde entro poco tempo e, come dicevamo sopra, per evitare le lungaggini burocratiche che di solito hanno le aziende quando devono aprire un nuovo conto.

Positivo, poi, il fatto che sia possibile provare il servizio per un mese così come le carte aziendali per il team, il controllo della spesa. Insomma è una banca che pensa – almeno così ci sembra di vedere – davvero a chi fa impresa. Chi ha aperto il conto, inoltre, come possiamo leggere in Rete, fa notare la velocità nell’apertura del conto e anche nella ricezione della carta Mastercard. Chi si lamenta, invece, fa notare che il conto dell’azienda è stato bloccato per 14 giorni.

Punti forti e punti deboli

PRO ↗️
  • Digitale al 100%
  • Consulente dedicato
  • Controllo delle spese
  • Carta Mastercard anche per il team
  • Sezione per il commercialista/area finance
  • POS in dotazione grazie a Sum-up
CONTRO ↘️
  • Solo per aziende
  • Nessuno sportello
  • No al versamento in contanti

Il nostro voto

Convenienza90%
Sicurezza90%
Servizi95%

Cerchi i migliori conti aziendali 2020? Scopri Qonto

Conto Corrente Qonto
Provalo Gratis »

Contatti

Si può contattare Penta tramite e-mail: ciao@getpenta.com, la risposta avverrà entro 24 ore oppure entrare nella community di Slack.

Foglio informativo

scarica fileScarica Foglio Informativo

 

Cerchi i Migliori Conti Business 2020?
SCOPRI IL N 1° CLASSIFICA

🥇 Conto Business N°1 - novembre, 2020

✔️ Provalo Gratis per 30gg!
✔️ Contabilità semplificata
✔️ POS su richiesta
✔️ Carte di debito aggiuntive
✔️ Adatto per tutti i profili (Società, Ditte individuali, Professionisti, Lavoratori Autonomi)