CheScelta
carta prepagata soldo
Home » Carte prepagate » Recensioni carte prepagate » Carta prepagata Soldo Business

Carta prepagata Soldo Business

La carta prepagata Soldo Business è una ricaricabile pensata per soddisfare le esigenze di aziende, professionisti e associazioni, ONLUS incluse. Diversamente da altre prepagate non si rivolge quindi ai privati.

Nella recensione che segue troverai caratteristiche, costi, commissioni e possibilità di utilizzo della carta. Analizzeremo inoltre le differenze tra i tre profili sottoscrivibili Start, Pro e Premium, che si differenziano tra loro per servizi e tariffe.

La carta in sintesi

Prepagata
Caratteristiche
Voto / Vantaggi
Attivazione Gratis
Carta Aziendale
Carta Soldo
Scarica scheda di sintesi
  • Prepagata: senza IBAN
  • Canone: 0-3-7 €/mese
  • Circuito: Mastercard
  • Limite Ricarica: Illimitate - 10000€ (se in contanti)
  • Limite Spesa: 20000€ / giorno
  • Limite Prelievo: 1500€ / giorno
Piano Pro in offerta
PROMO LAMPO

Carta virtuale a un euro

Per aziende, professionisti e associazioni

Richiedi quante carte vuoi

Caratteristiche principali

  • Emittente: Soldo Financial Services Ltd
  • Circuito: Mastercard
  • Tipo di carta: Carta prepagata con IBAN
  • Conto corrente abbinato:  No
  • Limiti: ricarica annuale illimitata, prelievo: 5000 eur/mese , pagamenti: 75000 eur/mese
  • Contactless: Sì

Soldo è una carta di pagamento emessa da Soldo Financial Services, una società con sede nel Regno Unito ed autorizzata ad operare dalla FCA, l’ente inglese che regola le autorizzazioni per le transazioni e i prodotti finanziari. La società è autorizzata ad operare anche in Italia; per questo la prepagata Soldo può essere richiesta senza alcuna difficoltà anche dalle aziende e dai professionisti italiani.

Parleremo successivamente delle nostre impressioni su questa carta prepagata, ma anticipiamo fin da ora che si tratta di un ottimo strumento, semplice da gestire e funzionale per le più diverse esigenze aziendali.

Soldo è una ricaricabile dotata di un codice IBAN; questo significa che è abilitata alla ricezione e all’invio di bonifici, che costituiscono tra l’altro una delle modalità di ricarica della carta. Le carte sono inoltre dotate della tecnologia contactless, che consente di effettuare i pagamenti senza inserire la arta nei POS e senza digitare il PIN, se l’importo è inferiore a 25 euro.

Costi

  • Canone mensile: 0 – 3 – 7 eur (a seconda del piano scelto)
  • Costo di emissione: 5 eur (inclusa una seconda carta)
  • Costi di ricarica: con bonifico 0 eur; in contanti (Sisalpay) 2 eur
  • Commissioni Prelievo: 1 eur per prelievi in euro, 2 eur in valuta diversa + commissione 2% (Start) o 1% (Pro/Premium)

Il canone mensile di Soldo varia a seconda del piano scelto, tra Soldo Start, Pro e Premium. Oltre al canone mensile, i costi di emissione, ricarica e prelievo non si differenziano invece per i tre diversi piani, che prevedono tuttavia servizi differenziati, che approfondiremo però tra qualche paragrafo.

Costo di emissione: 5 eur per due carte

L’emissione di ogni carta richiede un contributo di 5 euro, che comprende però anche un’eventuale carta aggiuntiva. Si ha la possibilità di ridurre il costo della carta scegliendo una carta virtuale, cioè senza l’invio del supporto di plastica, perfetta per chi vuole utilizzare la prepagata Soldo solo online.

Canone mensile: gratis per la Start

La versione Start della carta Soldo ha un canone mensile gratuito, mentre le versioni ProPlus richiedono il pagamento rispettivamente di tre e sette euro mensili. Il canone della Pro sarebbe in realtà di quattro euro al mese, ma al momento usufruisce di uno sconto promozionale.

Ricariche: 100% gratis con bonifico

Le ricariche su Soldo Business sono sempre gratuite se effettuate tramite bonifico bancario. è invece richiesto il pagamento di una commissione di due euro per i trasferimenti tramite Sisalpay, che consente di effettuare anche la ricarica in contanti.

Limiti di prelievo e utilizzo

  • Importo massimo ricaricabile: illimitato (10.000 eur/mese in contanti)
  • Limite di spesa: 75000 eur/mese
  • Limite di prelievo: 5000eur/mese
  • Limite di trasferimento: illimitato

A prescindere dal piano scelto, le possibilità di utilizzo della carta Soldo sono molto elevate e rispecchiano la finalità della carta, cioè l’uso aziendale. Le altissime possibilità di spesa, prelievo e trasferimento al rendono quindi adatta alle esigenze di un gran numero di realtà aziendali, a partire dal singolo professionista, fino alle aziende più complesse.

Plafond: importo massimo ricaricabile

Soldo Business non prevede limiti agli importi che possono essere accreditate sulla carta. Tuttavia è stato fissato un tetto massimo alle ricariche effettuabili in contanti, che non possono superare 10.000 euro al mese.

Importo ricarica massima giornaliera

Esiste invece un limite ai depositi giornalieri, se effettuati in contanti tramite Sisalpay. In questo caso l’ammontare massimo ricaricabile è pari a 2.999 euro che costituisce comunque un importo di solito adeguato alla maggior parte delle esigenze di utilizzo.

Le ricariche in contanti non possono superare i 10.000 euro mensili, mentre per ogni singola operazione di deposito è prevista una soglia massima pari a 997 euro.

Limite di prelievo contanti giornaliero

Carta Soldo Business può essere utilizzata per prelevare contanti in Italia e all’estero, grazie all’appartenenza al circuito MasterCard, uno tra i più diffusi per quanto riguarda le carte di pagamento ricaricabili e non. Le carte Soldo prevedono un limite ai prelievi giornalieri pari a 1500 euro, mentre i prelievi mensili non possono superare la soglia limite dei 5000 euro.

Limite di spesa

I limiti di spesa delle Soldo Business sono tra i più alti della categoria; la carta può essere infatti utilizzata per pagamenti fino a 75.000 euro mensili, mentre il limite è di 20.000 euro al giorno o di 10.000 euro per ogni singolo pagamento.

A chi è rivolta?

Le possibilità di utilizzo e le caratteristiche che ti abbiamo illustrato fino a qui, anticipano già in parte i possibili utilizzatori di carta Soldo. Ecco quindi tre profili esemplificativi di possibili utilizzare questo tipo di carta prepagata.

  • Associazioni e no profit: la carta Soldo è perfetta per le associazioni anche no profit, che hanno la necessità di gestire in modo centralizzato i fondi, pur dando la possibilità a dipendenti e collaboratori di effettuare spese in autonomia. I costi tutto sommato ridotti e la possibilità di scegliere tra tre diversi piani, la rendono adatta alle associazioni di ogni dimensione, dalle più piccole alle più strutturate.
  • Professionisti e freelance: questa prepagata risponde anche alle esigenze di chi deve (o vuole) gestire in maniera separata i fondi aziendali da quelli privati, pur lavorando con pochi dipendenti o in autonomia. Per questo Soldo è adatta anche a professionisti e freelance, che trovano nella prepagata uno strumento di pagamento senza limitazioni, ma conveniente e funzionale al tempo stesso.
  • Aziende con molti collaboratori: la carta è pensata anche per chi ha la necessità di richiedere più strumenti di pagamento da affidare a dipendenti o collaboratori, per gestire al meglio le spese e ridurre i tempi amministrativi. La possibilità di impostare limiti diversi per ogni carta offre un’alternativa in più per semplificare la gestione delle uscite e l’autorizzazione delle spese.

Come richiederla?

Fino a trenta carte, la richiesta della carta prepagata Soldo avviene interamente online, tramite il sito web della carta. Per un numero maggiore di carte è invece necessario contattare direttamente la società. Ecco invece i passi da seguire per le richieste online:

  1. Dal sito web Soldo, è possibile confrontare tra loro i diversi piani dalla voce “prezzo”, selezionando poi il tasto “scegli”.
  2. Viene richiesto quindi l’inserimento dei dati dell’azienda, della sua tipologia e del numero dei dipendenti. In seguito vengono richiesti dati più approfonditi sulla società, i dati del rappresentante legale e dell’amministratore del conto.
  3. Dopo la presa visioni delle condizioni contrattuali, è possibile richiedere l’invio delle carte, che possono essere personalizzate con il nome dell’utilizzatore e con il ruolo (ad esempio CEO, amministratore, rappresentante…).
  4. La carta (o le carte) vengono quindi inviate all’indirizzo dell’azienda; la pratica è analizzata nell’arco di 24 ore e l’esito è comunicato molto rapidamente.
  5. In seguito alla ricezione, è possibile attivare le carte e il conto di gestione ad esse associato ed eseguire la prima ricarica secondo le seguenti modalità.

Come ricaricarla

Le prepagate Soldo possono essere ricaricate tramite due modalità: con bonifico o in contanti. Vediamo nei dettagli le possibilità date dalle due opzioni.

Bonifico bancario

Come abbiamo già avuto modo di anticipare, Soldo Business è una prepagata con IBAN; questo significa che può ricevere bonifici, che possono quindi diventare una modalità di ricarica della carta stessa.

Il bonifico può essere eseguito da chiunque, proprio come avviene per un comune bonifico in entrata. I tempi di ricezione variano a seconda della banca dell’ordinante, che potrebbe inoltre applicare delle commissioni sui bonifici emessi. Solitamente sono necessari circa due giorni per vedere l’importo accreditato, anche se in alcuni casi  possibile ricevere un bonifico immediato (sempre secondo tempi e costi stabiliti dalla banca che offre il servizio).

La ricarica tramite questa modalità è gratuita per il possessore della carta. Nel caso in cui siano presenti più carte collegate allo stesso account, è possibile effettuare singole ricariche di importi diversi, in quanto ogni carta può essere gestita autonomamte.

In contanti

La seconda modalità di ricarica delle Soldo prepagate è quella tramite i contanti. Si può infatti effettuare una ricarica nei punti abilitati ai pagamenti con SisalPay, che accettano i contanti come forma di pagamento.

In questo caso Soldo richiede il pagamento di una commissione sulla ricarica, sempre fissa. I tempi di accredito della somma ricaricata sono di solito immediati.

Soldo Start, Pro e Premium: le differenze

Abbiamo detto in precedenza che al momento della richiesta della carta è possibile scegliere tra tre diversi piani, che si differenziano tra loro per costi e servizi. Vediamo quindi le differenze tra i piani Soldo Start, Pro e Premium.

Soldo Start

Soldo Start è il piano di sottoscrizione di base per la carta Soldo Business. Diversamente dai due altri piani, non prevede il pagamento di un canone mensile e può quindi essere considerato a tutti gli effetti un prodotto gratuito (ad esclusione delle spese di emissione e di eventuali commissioni sulle operazioni).

Il piano Start offre una serie di servizi che comprendono la possibilità di emissione di più carte, con il controllo centralizzato delle spese tramite la piattaforma di gestione. Il piano base offre inoltre la possibilità di trasferire gratuitamente i fondi dal conto di base alle diverse carte associate. Il piano include l’emissione dell’estratto conto mensile e l’accesso al sistema di controllo sia per il gestore sia per i possessori delle carte associato.

Nel caso in cui si avesse la necessità di usufruire di ulteriori servizi, è possibile passare in qualsiasi momento ad uno dei due piani alternativi.

Soldo Pro

Il piano Pro di Soldo Business rappresenta un upgrade rispetto al conto base Start. A fronte del pagamento di un canone mensile, hai la possibilità di accedere ad una serie di servizi aggiuntivi, che includono la possibilità di caricare scontrini e ricevute nel sistema di gestione tramite l’app, di categorizzare le spese e di integrarle nel sistema di contabilità aziendale, per una gestione più rapida e semplice delle spese.

Pro Business consente inoltre di diversificare i ruoli e i permessi di utilizzo dei fondi e della piattaforma di gestione tra i diversi utilizzatori. Questo piano rappresenta quindi una buona alternativa al piano di base, pur non avendo tutte le funzionalità del piano successivo.

Soldo Premium

Possiamo definire il piano Soldo Premium come un ulteriore upgrade di Soldo Pro. Alle funzioni dei piani precedenti, la versione Premium aggiunge infatti alcuni servizi extra, come la possibilità di richiedere delle carte aziendali non nominative, l’accesso ad una reportistica più avanzata e la possibilità di usufruire di un prodotto aggiuntivo, le carte Soldo Drive, di cui parleremo a breve.

Gestione delle spese centralizzata

Come anticipato nella descrizione dei piani di Soldo Business, la carta permette di accedere ad una piattaforma di gestione delle carte, che consente sia di controllare le spese delle carte collegate al conto, sia di attribuire ruoli diversi nell’amministrazione delle stesse.

Il sistema di gestione, a seconda del piano sottoscritto, può inoltre essere integrato con il software di contabilità aziendale, con il quale si interfaccia per semplificare la rendicontazione delle spese e la gestione dei fondi destinati ai collaboratori.

Soldo Drive

Soldo Drive rappresenta un prodotto diverso rispetto alla carta prepagata Soldo, ma riteniamo che possa essere utile conoscerne le caratteristiche, in quanto è un servizio offerto in associazione alla prepagata. I titolari di Soldo Premium posso infatti richiedere il rilascio di una o più carte Soldo Drive, pensate per il pagamento dei carburanti presso tutte le stazioni di rifornimento.

Le carte non sono infatti legate ad un’unica insegna e rendono quindi più semplice la gestione di questo aspetto, sopratutto per le aziende che necessitano di controllare e di gestire in modo semplice anche questa voce di spesa.

Diversamente dalle prepagate Soldo, le Soldo Drive non possono però essere utilizzate per nessun tipo di pagamento o di operazione diversa dal rifornimento di carburante e non sono quindi abilitate all’acquisto di altri beni o ai prelievi.

La carta virtuale Soldo

Oltre alla carta prepagata tradizionale sul supporto fisico di plastica, Soldo offre la possibilità di richiedere una carta virtuale, da utilizzare per i pagamenti online o tramite i sistemi che non richiedono la presenza di una carta fisica.

La carta virtuale non differisce nei limiti rispetto a quella fisica; inferiore è invece il costo di emissione, apri a un euro. Anche per le carte virtuali è possibile scegliere tra i tre piani descritti in precedenza, con le medesime caratteristiche di servizi e di costi.

La nostra opinione

Quanto detto fino a qui, ci permette di affermare che la Carta Soldo Business sia un prodotto con un’ottima valutazione, in grado di competere con altri prodotti prepagati pensati per le aziende.

I tre diversi piani, con canoni mensili differenziati, permettono di scegliere la tipologia di servi realmente utili per ogni azienda, professionista o associazione. Molto vantaggiosa è inoltre la possibilità di richiedere più arte Soldo da associare ad uno stesso conto, insieme alla possibilità di scegliere tra carte nominative o anonime.

La semplicità di gestione delle carte e la possibilità di integrare la piattaforma di controllo con il software di contabilità, sono una valore aggiunto per una carta che promette di semplificare la gestione delle spese aziendali.

Gli elevati plafond di utilizzo sia per le spese sia per i prelievi la rendono più vantaggiosa rispetto ad alcuni prodotti analoghi.

Un’unica pecca è rappresentata dall’impossibilità di richiedere la carta da parte dei privati, che ad ogni modo potrebbero non trarre molti vantaggi da un prodotto pensato espressamente per un utilizzo professionale.

Punti forti e punti deboli

PRO ↗️
  • Tre piani tra cui scegliere
  • Semplicità di emissione
  • Semplice da gestire
  • Carta nominativa per i collaboratori
CONTRO ↘️
  • Solo per professionisti, aziende e associazioni (no privati)

Il nostro voto

Convenienza80%
Sicurezza90%
Servizi95%

Contatti

Sito: www.soldo.com

Assistenza clienti: email: businesssupport@soldo.com e chat online

Telefono: +39 06 92929562

Foglio informativo

scarica file Scarica Foglio Informativo

Vota questo articolo

Ti potrebbe interessare:

💳 Carta Prepagata N°1

Carta N26 (base)
Attiva Gratis »
Clicca qui per la classifica completa!

Cerchi le Migliori Prepagate ?
Scopri la Classifica